ANTIPASTI

Panini all’ olio semintegrali con lievito madre

L’ ho sempre sostenuto. Chi nasce tondo non muore quadrato… e per fortuna, ci terrei a sottolinearlo. Come diceva mia nonna “siamo di tante razze”, ed è questa la bellezza (o bruttezza? :-D) della specie umana. Resta il fatto che anche in cucina chi non ha pazienza, né si dedica con passione, difficilmente otterrà buoni risultati. Dovrebbe   essere così anche nella vita reale… ma talvolta sembra che la meritocrazia faccia soltanto rima con utopia, comunque chi è abituato ad impegnarsi in ogni cosa che fa difficilmente cambierà modo, chi ci mette cuore e volontà non riuscirà mai a fare diversamente, ce l’ ha proprio nel dna, non potrà sottrarsi dal proprio senso del dovere. Chissà poi se è davvero un pregio…

Questi panini sono buonissimi, soffici, si conservano bene se chiusi in un sacchetto per alimenti e ritornano fragranti come appena sfornati se leggermente riscaldati in forno! Sono adatti anche per rinfreschi e compleanni e, perché no, anche per un aperitivo davanti alla TV! E così anche i più quadrati potranno cimentarsi in qualcosa di tondo ;-D!

Panini all’ olio semintegrali con lievito madre

(per 12/14 panini)

  • 300 g di  farina 0
  • 200 g di farina integrale
  • 80 g di lievito madre (rinfrescato il giorno prima)
  • 320 ml acqua tiepida
  • 50 ml olio extravergine di oliva
  • 15 gr zucchero di canna 
  • 8 gr sale
  •  emulsione di acqua + olio per spennellare
 
  1. Versate nella ciotola dell’ impastatrice con la foglia (ma potete procedere anche a mano), l’ acqua e lo zucchero, aggiungete il lievito e fatelo sciogliere.
  2. Aggiungete quindi l’ olio e pian piano le farine setacciate, sostituite con il gancio, aggiungete il sale e impastate finché non si attaccherà al gancio.
  3. Quindi mettete in una ciotola leggermente unta a lievitare, coperto da pellicola per almeno due ore. 
  4. A questo punto riprendete l’ impasto e fate le cosiddette pieghe di forza, tirando i lembi dal basso per poi richiuderli e rigirare l’ impasto (se siete inesperti in rete si trovano molti tutorial in merito, servono affinché la lievitazione prenda forza).
  5. Lasciate quindi riposare mezz’ ora e procedete per altre due volte nello stesso modo.
  6. Adesso formate delle palline prendendo i lembi della pasta e tirandoli verso il basso per avere una superficie liscia ( mettete quindi la chiusura dell’ impasto nella parte inferiore) . Mettetele su una teglia, ricoperta di carta da forno, ben separate altrimenti con la lievitazione si uniranno l’una all’altra. Lasciatele lievitare  fino al raddoppio (i tempi dipenderanno dalla temperatura).
  7. Spennellateli quindi con l’ emulsione di acqua e olio  e cuocete in forno a 180° ventilato per circa 15/16 minuti.

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply