PRIMI PIATTI

di bufera……… e sarà meglio parlare di quella del sapore! Zuppa Topinambur, scampi e funghi

Putroppo non ho da raccontare molto di positivo……. ieri notte la Toscana è stata messa in ginocchio dalle forti raffiche di vento, Pistoia la mia città fra i comuni che hanno registrato più danni, numerosi ed ingenti….spaventosi.
Una bufera con vento fortissimo che ha soffiato a 160 km orari. Devastazione. Scuole chiuse per qualche giorno, servizi pubblici  paralizzati, nessun collegamento di ferrovie e autostrada chiusa.
Strade quasi inagibili in toto, alberi a terra ovunque, nelle vie attigue alla mia abitazione è stato possibile muoversi solo a piedi e passando sotto i tronchi qua e là…..poi arrivi in ufficio con il magone a vedere la tua bella città in quello stato e ti trovi davanti tutti i vetri rotti in ufficio e tutto ribaltato.
Insomma un bello schiaffo.
Chi è stato colpito da calamità naturali sa bene di cosa sto parlando……e FORTUNATAMENTE non ci sono stati morti. Un miracolo davvero. Sembra impossibile.
Beh, le polemiche sono assolutamente inutili, così come abbandonarsi alla tristezza! Arricciamoci le maniche e si riparte!!! Se tutti ci mettiamo a lavoro il ritorno alla normalità sarà più veloce…
Quindi una zuppa.Una bufera sì, ma di sapore.
Fatela anche se avete ospiti, raffinata e gustosa, farete un figurone.
Zuppa Topinambur, scampi e funghi
(per 4 pp.)

topinambur g. 300
patate bianche 2
porro 1 piccolo
1/2 spicchio di aglio
prezzemolo fresco tritato
scampi piccoli 12/14
funghi secchi (una manciata)
erba cipollina secca
1/2 cucchiaino di curcuma
peperoncino macinato 1 punta
olio EVO
sale, pepe
pepe fresco macinato per guarnire
e dadini di pane abbrustolito
Pelare patate e topinambur. Tagliarli a pezzi grandi.
Affettare il porro a rondelle.
Pulire gli scampi eliminandone la linea centrale nera e la testa (lasciando la testa almeno a 4 per effetto “scenico”).
Mettere i funghi secchi in ammollo una mezz’ora almeno.
Filtrare l’ acqua dei funghi e tagliarli a pezzetti
In una pentola con 3 bicchieri di acqua, l’ acqua di ammollo dei funghi e  mettere le patate, i pezzi di topinambur, l’aglio e tutte le spezie.
Dopo 10 minuti mettere anche i funghi.
Cuocere a fuoco basso e coperto finché non si bucheranno le patate con la forchetta.
Frullare quindi con il frullatore ad immersione. Rimettere sul fuoco insieme agli scampi ed al prezzemolo fresco tritato. 
Far bollire 3 minuti, spegnere, aggiungere un giro di olio EVO e impiattare con una macinata di pepe fresco e se si vuole con dadini di pane abbrustolito.

You Might Also Like

31 Comments

  • Reply
    Claudia
    6 marzo 2015 at 12:29

    Già.. io maltempo ha fatto nuovamente danni.. .-(.. Deliziosa questa vellutata.. i topinambur li ho scoperti un paio di anni fa.. e mi son piaicuti molto.. col loro sapore simile al carciofo! Ottimo abbinamento con funghi e scampi.. bacioni e buon w.e. 🙂

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:17

      Un abbraccio cara! Grazie

  • Reply
    Erica Di Paolo
    6 marzo 2015 at 14:32

    Avevo visto già ieri le foto in Fb ed ero rimasta senza parole. E' proprio vero che quando certe disgrazie ci toccano sul vivo ci fermiamo a pensare e ad affrontare paure e disagi…. con uno spirito diverso.
    Vorrei materialmente poter fare qualcosa. Ti raggiungo con un abbraccio e un pensiero sincero. E' nulla, ma è quanto posso fare. Mi fa molto piacere che abbia comunque veicolato tutto sulla cucina: incontro di sensazioni, buone e meno buone, che permette di sfogare delusioni e di farci sentire forti. E il tuo piatto meraviglioso sottintende una forza notevole.
    Sei speciale tesoro.

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:18

      Ora c'è solo da rimboccarsi le maniche per ripristinare la normalità …. grazie mille cara ?

  • Reply
    Un'arbanella di basilico
    6 marzo 2015 at 20:11

    E' terribile Vale, ti capisco, ricordo sempre con angoscia i giorni dell'alluvione qui a Genova… ma hai ragione questa zuppa tira su e da coraggio! Un bacione a presto

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:19

      Mammamia!!! L' alluvione a Genova ha fatto molti più danni…speriamo la natura sia un po' più clemente da ora in poi ….?un bacio

  • Reply
    Valentina
    6 marzo 2015 at 20:14

    Vale, mi dispiace tantissimo.. è qualcosa di sconvolgente.. Spero davvero che la normalità ritorni al più presto, ti sono vicina e tutti i miei pensieri positivi sono rivolti a voi. Un abbraccio grande Vale, grande grande <3

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:20

      I pensieri positivi arrivano sempre, un grande abbraccio! Graxie

  • Reply
    speedy70
    7 marzo 2015 at 0:46

    Mamma mia quanti danni, è terribile!!! Una zuppetta tanto confortante e deliziosa, ottima!!!!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:21

      Bisogna "confortarsi" come si può ?

  • Reply
    conunpocodizucchero Elena
    7 marzo 2015 at 7:04

    quandoo accadono queste cose non si sa mai davvero come poter consolare chi ha vissuto qualcosa di sconvolgente. Posso solo permettermi di mandarti un abbraccio Vale!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:22

      Purtroppo ultimamente sono poche le località che non vengono toccate dalla furia della natura ! ….
      Un bacio

  • Reply
    La cucina di Esme
    7 marzo 2015 at 7:49

    NIente paragonabile a quello che è successo da voi ma anche sotto casa mia l'altra mattina il vento ha fatto cadere un grosso albero fortunatamente anche se erano le 11.30 del mattino non ci sono stati feriti solo tre automobili parcheggiate …ma è allucinante che succedano queste cose, è come se la natura si ribbellasse violentemente ai nostri continui menefreghismi e sopprusi.
    Meglio cambiare discorso e pensare a questa deliziosa zuppa che con il freddo che è prepotentemente tornato ci sta perfetta!
    baci
    Alice

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 12:24

      Guarda sono in perfetta sintonia col tuo pensiero !…speriamo non accadano più simili impennate della natura….ma chi può dirlo ??
      Un abbraccio, grazie

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    7 marzo 2015 at 13:54

    Ciao Valentina, finalmente riesco a passare a trovarti!!
    Mi spiace un sacco per quello che è successo, è pazzesco, anche qui c'è stato un vento pauroso ma senza quei danni, e meno male perchè da noi dopo l' alluvione ci mancava anche l' uragano!!
    Purtroppo contro il vento c'è ben poco da fare, soprattutto perchè davvero raffiche di quella potenza sono assolutamente fuori norma e controllo . . . spero per voi che i danni si possano riparare in fretta e capisco il tuo sgomento . . . ultimamente siamo spettatori di una natura davvero arrabbiata . . .
    Passando alla zuppa, mi piace tantissimo!!
    A presto e buon we!!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 21:39

      La natura si ribella e chissà quanto possiamo dire "mea culpa"!…?
      Grazie un abbraccio ?

  • Reply
    fimère .b
    7 marzo 2015 at 20:11

    un velouté vraiment appétissant plein de saveurs bravo
    bonne soirée

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      7 marzo 2015 at 21:40

      ???merci !

  • Reply
    La cucina di Molly
    9 marzo 2015 at 20:56

    Mamma mia che disastro nella tua città, mi dispiace tanto, tanto…..
    Complimenti per la tua zuppa, è sicuramente deliziosa! Un abbraccio!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      10 marzo 2015 at 14:45

      a prest cara!

  • Reply
    cucinaincontroluce
    10 marzo 2015 at 11:30

    Ciao Vale, eccomi qui come promesso… anche se mi ritrovo a commentare proprio il post in cui si parla della devastazione di una città che amo da morire, è la città di mio padre, quella in cui ho trascorso momenti splendidi! Però alla vista di quella zuppetta lì un po' mi consolo, forte del fatto che i topinambur li adoro (anche se mi gonfiano come un pallone), e gli scampi poi…io che sono nata in riva al mare e che ogni qualvolta vedo quell'immensa distesa blu cobalto mi si mozza il fiato…. beh, non potevi scegliere ricetta migliore!
    Un abbraccio!
    Tatiana

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      10 marzo 2015 at 14:56

      che bello! Conosci la mia amata Pistoia…… è una piccola città, si rialzerà anche se deturpata!
      A presto, un abbraccio

  • Reply
    Valentina
    10 marzo 2015 at 18:17

    Vale come va? Spero meglio <3 Ti abbraccio forte :**

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      11 marzo 2015 at 11:37

      pensa che lavoro al servizio affari legali del comune di Pistoia, non immagini la mole di lavoro per le richieste risarcimento danni da questa calamità…… :-((((( Comunque va meglio dai, buona volontà e un sorriso e tutto passa prima…!

  • Reply
    stefy
    11 marzo 2015 at 7:33

    Sai che nonostante l'orario questa "zuppetta" mi fa venire l'acquolina in bocca???? Ti mando un forte abbraccio tu come stai????

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      11 marzo 2015 at 11:38

      meglio!!! ….Grazie :-)))

  • Reply
    Lory B.
    11 marzo 2015 at 9:59

    Caspita mi dispiace, non pensavo avesse fatto danni così grandi!!
    Molto elegante la tua zuppa, terrò a mente la ricetta presto mi sarà utile!! Un abbraccio cara, buona giornata!!!

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      11 marzo 2015 at 11:39

      grazie cara, un bacio

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    12 marzo 2015 at 12:31

    Pensavo di trovare quella tua bella torta cioccolatosa!!!!! ma e' ottima anche questa zuppa, ne faccio anche io una simile ma non metto gli scampi, la prossima volta li aggiungo:)
    purtroppo ho visto cosa e' successo nei giorni scorsi ed e' sempre tremendo anche perche' sono sempre le persone comuni a doversi rimettere apposto tutto senza alcun aiuto….
    un bacione cara

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      12 marzo 2015 at 13:58

      è davvero così!…. e…la torta cioccolatosa sta arrivando!!! 😉

  • Reply
    Mila
    17 marzo 2015 at 8:23

    La torta al cioccolato sicuramente è stupenda, ma dal cuore ti dico che ti ruberei più volentieri questo piattino!!!
    Complimenti

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.