TRAVEL

Tre giorni in Provenza e Costa azzurra

Fra le pagine di questo blog non racconto soltanto il mio amore per il cibo ma anche quello per i viaggi. Esplorare gli angoli di questo mondo per esplorare se stessi, passione con cui ho contagiato anche i miei figli che si adattano da sempre e con entusiasmo ai miei tour de force! Certo, viaggiare secondo i miei programmi non è facile, ma alla fine aver ottimizzato ogni minuto a disposizione ripaga della fatica (e comunque è risaputo che la lavanda ha  proprietà rilassanti no?  😉 )

Da molto desideravo visitare la Provenza, in particolar modo durante la fioritura della lavanda… era nella mia personale wish list da un po’! Abbiamo scelto di partire alla scoperta di questa regione anche se avevamo pochissimi giorni a disposizione, sperando di goderla comunque appieno, e così è stato! Abbiamo visitato tantissimi luoghi e ci siamo immersi nell’aria provenzale delle sue vallate punteggiate da frutteti, sterminati campi viola di lavanda in fiore, fiumi gagliardi e sorgenti gorglianti…e qua e là rovine romane, paesini arroccati, foreste cupe e profonde, borghi medievali sparsi fra le colline, un caleidoscopio di colori e tradizioni!!!

Come ho scritto, se non si spreca tempo, in un week end lungo si riesce a vedere molto , di seguito vi indico il nostro programma di viaggio:

I giorno: siamo partiti “comodi” dalla nostra Pistoia (ok, ammettiamolo, non ci siamo svegliati all’orario prefissato 🙂 ) e dopo varie soste lungo il percorso siamo arrivati nel Parc du Verdon, abbiamo pranzato vista lago al Lac de Ste.-Croix così abbiamo potuto visitare quel borgo davvero carino insediato a bordo di  acque verdissime, ci siamo davvero rigenerati! Siamo dunque ripartiti alla volta di Valensole … ecco, un sogno!!! Ci hanno accolto i rigogliosi campi di girasoli e lavanda, esattamente quelli immortalati nelle cartoline! Siamo scesi e ci siamo immersi nel viola, nei profumi ed abbiamo fatto innumerevoli foto! (p.s. se avete timore delle api, ecco, non fa esattamente al caso vostro ;-)! ), abbiamo poi visitato il suo centro e Manosque e ci siamo diretti verso l’ elegante Aix-en-Provence dove abbiamo fatto una bella passeggiata al tramonto, la luce dorata si diffonde sui suoi palazzi color miele e si può sempre trovare refrigerio sulle sue panchine all’ombra dei platani! Infatti abbiamo cenato su una di queste mangiando buonissimi sandwich acquistati in boulangerie!

lac-ste-croix

(scorci di Ste.-Croix)


plateau-de-valensole

(champs de lavande Valensole)

(scorci di Aix-en-Provence)

II giorno: sveglia presto, colazione sontuosa con i famosi pain au chocolat e via per scoprire tanti altri angoli caratteristici! Prima tappa la piccola cittadina di Isle-sur-la-Sourge percorsa dai suoi canali con antiche ruote idrauliche in legno ormai ricoperte di muschio (e qui abbiamo trovato anche un caratteristico mercato cittadino!). Quindi ci siamo diretti a Fontaine-de-Vaucluse, ancor più affascinante a mio avviso… le sue chete acque di giada rispecchiano i suoi ombrosi platani, la bellezza di questo borgo ha ispirato pure Petrarca! 

(Isle-sur-la-Sourge)

(Fontaine-de-Vaucluse)

Quindi siamo ripartiti per pranzare in un altro tipico borgo: Gordes, il paese arroccato è davvero molto carino…  anche se molto turistico ahimè! Merita sicuramente di esser visitato anche per la sua vicinanza con uno dei luoghi più fotografati della Provenza: l’ Abbazia di Sénanque, una vera cartolina naturale!

gordes

(Gordes)

(Abbaye de Sénanque)

Abbiamo poi trascorso il resto del pomeriggio fra il caldo torrido e km macinati a piedi in un ambiente che sembra davvero desertico: Roussillon con il brillante color ocra del suo abitato e il suo Sentier des Ocres  da percorrere (attenzione NON indossate scarpe bianche o nuove, la terra ocra si attacca tremendamente!). Ultima tappa avventurosa: ci siamo diretti verso il suggestivo Colorado Provençal che abbiamo percorso quando il sole iniziava a scendere rendendolo ancor più affascinante! Un luogo che ho amato particolarmente …

(Sentier des Ocres)

(Colorado Provençal)

Infine abbiamo cenato e pernottato ad APT, dove abbiamo trovato i trattori per la festa della lavanda ed io ne ho presa un bel mazzo! Per la gioia del viaggio di ritorno in cui abbiamo fatto molte ore immersi nel suo profumo 😀

III giorno: Dopo una buona colazione siamo ripartiti per il nostro tour, considerando il nostro rientro in Italia a fine giornata siamo ripartiti direzione Verdon, ancora ci siamo emozionati attraversando da nuove strade  e nuove angolazioni le plateau de Valensole! Abbiamo quindi scelto di fare tappa a Moustiers-Ste.-Marie un paese davvero grazioso ai piedi della roccia, caratteristico e ben curato, famoso per i suoi abili artigiani di ceramiche. Qui abbiamo percorso la salita panoramica per arrivare alla chapelle de Notre Dame-de-Beauvoir e ci siamo poi fermati per il pranzo. Nel primo pomeriggio ci siamo diretti al Pont de Galetas dove si aprono le Gorges du Verdon, delle acque verdissime che ricordano i panorami mozzafiato del mare asiatico 😉 ! Dopo qualche scatto siamo ripartiti alla volta di Monaco e Montecarlo in Costa Azzurra…ma di questo vi parlerò in un post a parte! Alla fine siamo tornati a casa nostra per mezzanotte, come Cenerentola :-D!

 (Moustiers-Ste.-Marie)

(Pont de Galetas – Gorges du Verdon)

Che ne dite? Un viaggetto di pochi giorni che sembra durato un’intera settimana!!! I viaggi rigenerano sempre, anche quando improvvisati e fatti con ritmo serrato! Sono stati giorni che conserverò fra i ricordi più belli, sorrisi, allegria e coccole formato famiglia, panorami che infondono la bellezza nel cuore!

Chiedetemi se ero felice! … <3

 

 

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    Mary Vischetti
    12 luglio 2018 at 9:41

    Bellissimo il tuo post Valentina! Ho ripercorso, attraverso le tue parole e belle foto, un viaggio fatto molti anni fa, che conservo nel cuore. La Provenza è un luogo magico, che ho adorato e che spero di rivedere quanto prima. Grazie per aver condiviso con noi questa esperienza!
    Un abbraccio grande,
    Mary ❤️

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      12 luglio 2018 at 12:52

      sono davvero luoghi incantati! Grazie tesoro…buona giornata!

  • Reply
    saltandoinpadella
    12 luglio 2018 at 15:16

    Che bello questo post. Che luoghi stupendi, sembrano quasi fuori dal tempo. Non sono mai stata in Provenza. Mi sembra di capire che senza auto però sia difficile da visitare, tutti paesini piccoli

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      13 luglio 2018 at 15:45

      hai ragione, senza auto non è molto fattibile, è un viaggio un po’ zingaro on the road! :-*

  • Reply
    Ipasticciditerry
    14 luglio 2018 at 9:24

    Finalmente riesco a venire a leggermi in santa pace del tuo viaggio in Provenza. Un viaggio che sogno da tempo e che prima o poi, farò! Grazie per aver condiviso con noi questi scatti e il racconto del vostro Tour de force. A Monaco e Montecarlo ci sono stata anche io ma tornerò di sicuro a leggerti. Buon fine settimana tesoro

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.