DOLCI

Torta co’ becchi di semolino

Che ne dite di iniziare con una fetta di questa deliziosa torta co’ becchi tipica lucchese? Preparatela e ve ne innamorerete al primo assaggio, è una torta di quelle golose che sanno di famiglia, di sapori genuini!

Apprezzo moltissimo quando mi viene “regalata” una ricetta di famiglia, in cucina la condivisione è senza dubbio un valore aggiunto e il tramandare è parte essenziale dell’arte culinaria. Inoltre ho sempre sostenuto quanto certe preparazioni raccontino bene chi siamo, credo che ci descrivano in qualche modo, tramite un piatto preferito o una ricetta capita che mi trovi a comprendere i tratti caratteriali di una persona…succede pure a voi oppure è solo una mia deformazione? …per esempio tendo sempre a diffidare da chi non ha amore per il cibo, solitamente trattasi di persone aride e poco generose. Non mi piace neppure chi non riesce a mangiare con le mani, chi ha sempre paura di sporcarsi, chi non è capace di dividere una pietanza con gli altri…a volte osservare come mangia e cosa mangia una persona mi aiuta a comprendere chi ho davanti e difficilmente mi sbaglio! ;-D

Dunque, tornando a questa deliziosa torta. Questa è il cavallo di battaglia di Giorgio, figlio primogenito della mia attuale dirigente Chiara Pierotti, il quale è stato così carino da volermi donare questa sua ricetta per farmi provare questo dolce semplice e goloso che tanto rallegra le loro papille e le loro colazioni! Ne sono stata onorata ed appena ho potuto non ho esitato a prepararla, devo dire che è stata recensita più che positivamente anche dai miei ragazzi e quindi è stato un po’ come condividere una deliziosa colazione fra famiglie 😉 Quindi grazie ad entrambi per avermi donato questa buona ricetta!

Torta co’ becchi di semolino

(dosi per una tortiera da 24 cm)

per la frolla:

300 g di farina tipo 1

150 g di zucchero di canna (*)

75 g di burro

2 uova

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio (*)

 

per la crema di semolino:

1 l di latte intero

180 g di zucchero di canna (*)

100 g di semolino

2 tuorli

1 limone (scorza)

1 bicchierino di rum bianco ( o sambuca)

 

(*) mie variazioni alla ricetta originale

 

Preparazione:

Iniziate preparando la frolla, impastate bene a mano tutti gli ingredienti e formate una palla  omogenea che poi farete riposare in frigo almeno una mezz’ora.

Preparate la crema. Scaldate il latte fino al bollore quindi aggiungete a pioggia il semolino,lo zucchero e qualche scorza di limone; mescolate bene con un mestolo di legno affinché non si formino grumi, cuocete a fuoco dolce per una decina di minuti. A questo punto togliete dal fuoco e immergete la pentola in acqua fredda per raffreddare la crema, aggiungete i tuorli precedentemente sbattuti ed il rum.

Riprendete la frolla dal frigo, spianatela con il mattarello dello spessore di 4 mm circa, ritagliate un cerchio di un paio di cm superiore al diametro della tortiera, mettete da parte lo scarto di pasta frolla che vi servirà per fare le strisce ed i becchi.

Mettete la base in una teglia imburrata ed infarinata. Riempite la base con la crema, bagnate il bordo della torta, apponete le strisce e decorate con i becchi lungo tutta la circonferenza premendo un po’ per farli aderire (come vedete in foto).

Cuocete in forno caldo a 170° ventilato per circa 30 minuti.

 

 

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    saltandoinpadella
    11 settembre 2018 at 16:39

    Mi piace troppo questo nome, fa tanto torta della nonna. Ho un debole per le crostate e questa mi incuriosisce molto perchè non ho mai provato una crema con il semolino. Confesso che il semolino non è nelle mie tradizioni quindi finisco per usarlo pochissimo

    • Reply
      ilpeperoncinoverde
      14 settembre 2018 at 13:22

      è una torta molto “coccola familiare” in effetti…baci!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.